Come togliere le multe quando non ci sono i parcheggi gratuiti

  • Posted on: 15 aprile 2014
  • By:

Parcheggiare, soprattutto per chi si muove in città, è sempre un problema, e molto spesso si incorre nel rischio di ritrovarsi con una mula. In tanti casi si tratta di multe elevate perché non si parcheggiato correttamente negli spazi a pagamento dei parcheggi con le strisce blu.

parcheggi_blu

In molti comuni italiani i parcheggi a pagamento servono per rimpinguare le casse cittadine, però non sempre si dice che per essere validi tali parcheggi, e quindi in caso di multa di poter esigere il pagamento della stessa, ci deve essere una quota di parcheggio libera, cioè si deve poter parcheggiare anche sulle strisce bianche, quindi in maniera gratuita. Così è previsto dall’articolo 7 del Codice della Strada: regola che non vale però le aree pedonali, le ztl e le zone di particolare rilevanza urbanistica.

Comparameglio.it comparatore di tariffe

Risparmiare sulla tariffa RCA con Comparameglio.it

Quindi si può contestare una multa qualora, tranne che in casi specifci, non siano presenti strisce bianche vicino a quelle blu. Per contestare una multa su strisce blu si devono fornire delle prove al Giudice di Pace dell’effettiva assenza di parcheggi gratuiti. Non sono sufficienti, per la documentazione, però le fotografie della zona del parcheggio.  L’argomento è spesso fonte di discussione, nonostante ciò è importante controllare sempre dove si  parcheggia.