Come funziona l’ RC Auto, polizza obbligatoria in Italia

  • Posted on: 19 aprile 2013
  • By:

RC Auto: confronto online per risparmiareRC AUTO è l’acronimo di “Responsabilità Civile per l’auto”: chi guida un’auto o una moto si assume la responsabilità di tutti i problemi che si possono causare durante la circolazione.
In caso di incidente stradale, si può essere sempre rimborsati dall’assicurazioni che copre l’altra persona e la sua auto. Per questo la legge italiana obbliga a essere in possesso di un’assicurazione RC Auto. In caso contrario si rischiano costose multe… circa 1000€, ma il rischio maggiore è legato alla conseguenza di un incidente con colpa: i risarcimenti possono arrivare a diversi milioni di euro in caso di menomazione o decesso della controparte.

Cos’è:
Definita anche RC Auto, la responsabilità giuridica è stata estesa dal 1969 anche agli autoveicoli (legge 990) e fa parte di un insieme di leggi che definiscono gli obblighi di chi ha causato dei danni durante un incidente stradale. La responsabilità civile è valida su tutto il territorio nazionale, negli stati dell’Unione Europea, nella Città del Vaticano ed a San Marino.

Come funziona:
L’assicurazione RC Auto
rimborsa fino ad un limite massimo (cosiddetto MASSIMALE). La soglia minima del massimale è definita per legge e deve essere obbligatoriamente risarcita dalle compagnie di assicurazione. Questo limite può essere incrementato pagando un premio più alto (dopo aver eseguito la comparazione nel nostro comparatore – vedi link in alto – ed aver salvato il preventivo, questo massimale può essere eventualmente aumentato direttamente nel sito della compagnia assicurativa prima dell’acquisto.

Il premio RC Auto è una tassa annuale a carico del cliente, utile a garantirsi la copertura dei rischi. Infatti nel caso in cui l’assicurato sia coinvolto in un sinistro, l’assicurazione pagherà il rimborso. Per legge una parte del premio versato alla compagnia va al Servizio Sanitario Nazionale ma ognuno può indicare la percentuale del contributo al momento della stipula del contratto.

La tariffa del premio RC Auto cambia in base alla classe di merito in cui ci si trova. Se non si commettono sinistri nel periodo di osservazione si verrà spostati in una classe di merito più bassa ricevendo un relativo sconto sul premio. Se invece capita di causare un sinistro, per evitare di pagare una RC Auto più cara e salire di classe, si può optare per un risarcimento diretto (è consigliabile verificare se è applicabile alle proprie condizioni contrattuali).

2 Comments

  1. Assicurazione Kasko, una garanzia nella polizza auto | Confronta Assicurazioni · 19 aprile 2013

    [...] L’assicurazione kasko per l’auto, generalmente, viene sottoscritta dai possessori di auto nuove o che abbiamo un elevato valore di mercato. Rispetto alle altre assicurazioni questa permette di avere una copertura completa del proprio veicolo, perché vengono risarciti anche i danni provocati come ad esempio, un ribaltamento, un tamponamento. E’ una garanzia accessoria, quindi è qualcosa in più oltre la normale polizza Rc Auto obbligatoria. [...]

  2. Le garanzie accessorie per l’RC Auto | Confronta Assicurazioni · 27 agosto 2013

    [...] L’assicurazione obbligatoria Rc Auto stabilisce che la compagnia assicurativa debba rimborsare i danni provocati dall’assicurato a terzi in caso di incidente stradale. Senza entrare nei dettagli, è chiaro che tale polizza base tralascia tutta una serie di casistiche e situazioni che possono arrecare un danno anche piuttosto grave al guidatore (ed alla sua macchina), e che lo lascerebbe del tutto scoperto con la sola RCA. [...]