Una black list contro le truffe assicurative

  • Posted on: 29 aprile 2014
  • By:

TototruffaL’Ivass ha compilato una lista nera delle compagnie d’assicurazione che non sono abilitate a rilasciare la RC Auto. L’Istituto per la Vigilanza delle Assicurazioni con la “black list” vuole tutelare in primis gli automobilisti, che rischiano di essere ingannati. Secondo quanto dice la legge infatti l’automobilista che stipula una polizza RC Auto con compagnie che non sono autorizzate, è come se non avesse sottoscritto alcuna polizza assicurativa. Quindi è colpevole di fronte alla legge, e non solo non è coperto in caso di incidente, ma c’è anche il rischio che venga sequestrata l’automobile, e vedersi commutata una multa che può arrivare fino a 3.194 euro. A maggior ragione è necessario fare attenzione: e anche con questo scopo è possibile utilizzare i comparatori di tariffe. Che controllano l’offerta migliore per la polizza RC Auto controllando tra le compagnie accreditate a stipulare in Italia la RCA.

Per questo l’Ivass, e tante compagnie assicurative, cerca di chiarire il più possibile quale siano le assicurazioni che possono o non possono operare legittimamente in Italia. Anche attraverso una black list. La lista infatti comprende compagnie e intermediari che non sono abilitati in Italia, che non vuol dire che operino nella completa illegalità solo che magari non possono sottoscrivere polizze nel nostro Paese. Nella lista ci sono anche compagnie non abilitate con nomi simili a compagnie autorizzate in Italia nel ramo RC Auto, compagnie non abilitate, quelle con nomi simili a compagnie che invece sono autorizzate in Italia, ma non nel ramo RCA. C’è anche chi infine illegalmente rilascia polizze contraffatte di compagnie abilitate in Italia, ma non nel ramo RC Auto. L’elenco è composto da circa cinquanta nominativi, consultabili in maniera integrale sul sito stesso dell’Ivass.